Si può definire il rispetto come l’immagine del nostro valore nei pensieri della gente. (Arthur Schopenhauer)

Si può definire il rispetto come l’immagine del nostro valore nei pensieri della gente. (Arthur Schopenhauer)

Al giorno d’oggi il rispetto non ha più lo stesso valore che aveva in passato.

Anni fa molte persone godevano di un certo rispetto, e quando venivano incontrate per la strada erano salutate e riverite.

Nella società attuale, complici forse una maleducazione e un menefreghismo dilaganti, si è un po’ persa questa cosa, specialmente fra i giovani, dato che noto sempre che sono un po’ mancanti di rispetto, specialmente nei confronti di persone adulte e anziane.

Ma che cos’è, esattamente, il rispetto? Nel vocabolario, questa parola è definita come il “sentimento e atteggiamento di riguardo, di stima e di deferenza, devota e spesso affettuosa, verso una persona”.

Invece, il filosofo Schopenhauer, lo definiva come il valore che tu presenti nei pensieri della gente: quindi se sei vista come una persona di grande valore, godrai anche di un grande rispetto.

Quindi, se nella tua vita vorrai essere rispettata, tutto starà a far alzare il valore che la gente percepirà da te.

E come fai ad alzare il tuo valore percepito?

Semplicemente facendo azioni che rimangano impresse nella memoria delle persone: azioni, progetti, imprese che ti diano una grande soddisfazione personale, ma che vadano anche a vantaggio della collettività.

Tutto questo si ricollega con i tuoi obiettivi: sogna sempre in grande, datti da fare con tutti i mezzi che hai a disposizione e sii sempre concentrata nel perseguire il tuo scopo e giungere alla tua meta.

In questo modo, se il tuo obiettivo procurerà anche dei vantaggi ad altre persone, verrai sempre ricordata da coloro che ti sono vicini, e godrai di un grande rispetto da parte loro.

Read More

Tutto l’universo cospira affinché chi lo desidera con tutto sé stesso possa riuscire a realizzare i propri sogni. (Paulo Coelho)

Tutto l’universo cospira affinché chi lo desidera con tutto sé stesso possa riuscire a realizzare i propri sogni. (Paulo Coelho)

A volte ti sembrerà di essere completamente sola quando si tratta di mettere in atto tutto quello che devi fare per realizzare un tuo sogno: infatti, se ambisci a qualcosa di molto grande, vedrai che la maggior parte delle persone ti dirà di lasciar perdere, che è troppo grande e al di fuori della tua portata.

In realtà, scoprirai di avere un grande e potente alleato, anche se tu non te lo aspetti: l’Universo (o Dio, che è lo stesso).

Purtroppo non ci è dato di sapere quali sono i progetti divini per te, come per chiunque altro, ma fatto sta che chi desidera ardentemente una cosa, e si è fissato correttamente l’obiettivo nella sua testa, viene aiutato dall’Universo che gli mette davanti tutti i mezzi per poter arrivare alla sua meta.

Certo non sempre questi sono evidenti, anzi, la maggior parte delle volte sono abbastanza criptici e difficili da individuare, ma chi è giustamente motivato ottiene tutto quello di cui ha bisogno.

Questo non vuol dire che tu dovrai formulare l’obiettivo nella tua testa, desiderarlo con tutta te stesso e poi stare seduta in poltrona aspettando che l’Universo realizzi il tuo desiderio. Al contrario dovrai metterti in moto e darti da fare, perché solo le persone operose e volenterose sono degne di ricevere l’aiuto divino.

Ti dico questo anche per toglierti dalla testa cose tipo la “Legge di Attrazione” che, se mal interpretate, spingono le persone a non far nulla, aspettando che l’Universo faccia tutto per loro.

Ma andando bene a guardare, anche la Legge di Attrazione, che è strettamente collegata all’Universo e a Dio (se vogliamo darle una connotazione religiosa), dice che per realizzare il proprio sogno bisogna fare qualcosa.

Quindi, potrai avere in aiuto tutti i mezzi e le risorse che ti serviranno, ma ricordati che senza fare nulla non potrai arrivare da nessuna parte.

Read More

Non farti limitare mai dalle immaginazioni limitate di altre persone. Se adotti il loro atteggiamento ti precluderai già delle possibilità. Rivaluta il mondo per te stesso. (Mae Jemison)

Non farti limitare mai dalle immaginazioni limitate di altre persone. Se adotti il loro atteggiamento ti precluderai già delle possibilità. Rivaluta il mondo per te stesso. (Mae Jemison)

Sai qual è l’hobby preferito dalla maggior parte della gente? Potrai pensare ad un mucchio di cose, come il calcio, il golf, andare a pescare, andare a passeggio…

Nulla di tutto questo! L’hobby preferito dalla maggior parte delle persone è quello di “distruggere i sogni degli altri”!

Se per caso ti venisse una buona idea per un progetto, se ne farai partecipi le persone vicine a te sicuramente ti sentirai rispondere che “non puoi riuscirci”, “è oltre le tue possibilità”, “non hai soldi” e altre amenità di questo genere.

Sappi che comunque essi non lo fanno per cattiveria. Anzi, pensano addirittura di fare il tuo bene (anche se così non è).

Il fatto, nudo e crudo, è che hanno una visione del mondo molto limitata e limitante, e in questa loro visione non c’è spazio per progetti troppo grandi ed ambiziosi. O meglio, ci sarebbe spazio, ma sicuramente sarebbe una cosa non alla portata loro, né delle persone a loro vicine.

Ma tu non lasciarti condizionare da essi: il fatto che questi non possano ambire a realizzare ambiziosi progetti (o così credono), non vuole assolutamente dire che non puoi riuscirci tu. La tua visione del mondo è diversa dalla loro: i “filtri” che tu usi per interpretare la realtà non sono gli stessi che usano loro.

Quindi potresti benissimo riuscire dove tutti gli altri non riescono, e addirittura ti dicono di lasciar perdere.

La frase di oggi è stata pronunciata da Mae Jemison, che fu la prima astronauta di colore a volare nello spazio. Negli anni ’80 già non doveva essere semplice per una donna riuscire a diventare astronauta. Se aggiungiamo il fatto che era anche afroamericana, l’impresa era praticamente impossibile.

Ma lei sicuramente si fissò nella mente l’obiettivo di riuscirci, e difatti coronò il suo sogno, nonostante le molte persone che le avranno detto di lasciar perdere.

Alla fine anche tu scoprirai che nulla è impossibile, se lo vuoi veramente.

Read More

Per problemi insoliti servono soluzioni inconsuete. (Anonimo)

Per problemi insoliti servono soluzioni inconsuete. (Anonimo)

Una delle più grandi abilità di ogni persona è quella di trovare una soluzione ad ogni problema che le si para davanti. Può essere più o meno difficile, a seconda della grandezza del problema, ma in genere una soluzione si trova sempre.

Quello che ti potrebbe mettere in seria difficoltà, e non sto scherzando, è il fatto di dover affrontare un problema insolito.

Insolito nel senso che è completamente diverso da quelli che ti tocca affrontare quotidianamente.

La grossa difficoltà è dovuta al fatto che il tuo cervello potrebbe impiegare un po’ di tempo per capire bene la natura del problema e quindi per trovare una adeguata soluzione.

Tuttavia, questo tipo di problemi ti offre una serie di opportunità.

In primis è un ottimo modo per permetterti di uscire dalla tua zona di comfort. Come già detto in numerose occasioni, la tua “comfort zone” è quella in cui stai bene, ma rimanendo al suo interno non puoi crescere, perché non devi affrontare particolari stimoli provenienti dall’esterno.

Invece, il semplice fatto di dover trovare una soluzione ad un problema inconsueto, ti permette di uscirne e quindi di crescere.

In secondo luogo, migliora la tua creatività. Infatti se il problema da risolvere è molto insolito, non è possibile trovargli una soluzione andando a ripescare nella memoria perché non troverai di sicuro un problema simile già risolto. E spesso neppure una ricerca in internet ti darà grandi soddisfazioni. Quello che dovrai fare sarà spremerti le meningi e ricavare una soluzione originale e creativa.

Questo in parte si ricollega alla famosa frase attribuita ad Albert Einstein: “Non puoi risolvere un problema con lo stesso tipo di pensiero che hai usato per crearlo”.

Quindi, figlia mia, se devi affrontare un problema insolito, dovrai ricorrere a tutta la tua intelligenza e creatività per trovargli una soluzione inconsueta, originale e creativa.

Read More

Sceglierò sempre un pigro per fare un lavoro difficile, perché troverà sempre un modo facile per farlo. (Bill Gates)

Sceglierò sempre un pigro per fare un lavoro difficile, perché troverà sempre un modo facile per farlo. (Bill Gates)

Oggi ti parlerò di un modo originale per raggiungere i tuoi obiettivi. Non ci potrai credere, ma una delle tecniche più efficaci per arrivare al tuo obiettivo è quella di… (rullo di tamburi…) essere pigra!

Ti ho stupito vero? Non immaginavi che la pigrizia fosse un modo per migliorare la tua efficacia?

Ti faccio subito una precisazione: essere pigra non vuol dire che dovrai stare tutto il giorno e tutti i giorni ad oziare seduta in poltrona, perché così facendo non otterrai proprio un bel niente!

Però la pigrizia non è neppure un difetto, visto che esistono in commercio numerosi libri dedicati all'”elogio della pigrizia”.

Infatti, una persona pigra non è generalmente uno che non ha voglia di lavorare, anzi generalmente ha molta voglia di lavorare, ma non vuole perderci troppo tempo, per cui cercherà sempre un modo intelligente ed efficiente per svolgere la maggior quantità di lavoro nel minor tempo possibile. E, per questo motivo, è una persona che conosce molto bene il valore del tempo, sia suo che quello degli altri, per cui farà in modo di sprecarne il meno possibile e non far perdere tempo neppure agli altri.

Perciò, avendo un determinato obiettivo da raggiungere, si concentrerà senza dubbio su quelle attività che gli permetteranno di arrivarci nel più breve tempo possibile, senza perdersi in attività inutili e di contorno.

Quindi, figlia mia, se saprai avere la giusta dose di pigrizia, combinata con tanta voglia di lavorare e raggiungere i tuoi obiettivi, vedrai che avrai la strada spianata per una vita piena di successi!

Chiudo con una bella frase, che alcuni attribuiscono al Generale von Hammerstein-Equord, altri al Feldmaresciallo von Moltke, entrambi militari tedeschi, anche se di epoche leggermente diverse. Dividendo le persone in intelligenti/stupidi e diligenti/pigri, disse: “Chi è intelligente e pigro è qualificato per i massimi incarichi di leadership, perché possiede la necessaria chiarezza intellettuale e compostezza per le decisioni più impegnative”.

Read More

La vita è come il marmo grezzo e noi siamo gli scultori. Possiamo scolpire la nostra esistenza rendendola qualcosa di meraviglioso o possiamo renderla qualcosa di orribile: è tutto nelle nostre mani. (Cathy Better)

La vita è come il marmo grezzo e noi siamo gli scultori. Possiamo scolpire la nostra esistenza rendendola qualcosa di meraviglioso o possiamo renderla qualcosa di orribile: è tutto nelle nostre mani. (Cathy Better)

La vita è la tua, è una sola ed è completamente nelle tue mani. Sei tu che deciderai che cosa farne, nel bene e nel male. E questo mi pare di avertelo già detto numerose volte.

Quindi smettila di lamentarti, dando la colpa agli altri, oppure ad eventi esterni alla tua vita, per le cose non positive che ti succedono: la responsabilità è solo ed unicamente tua!

Perciò vedrai che le cose inizieranno ad andare meglio nel momento in cui tu prenderai in mano la tua vita ed inizierai a plasmarla secondo i sogni ed i desideri che hai nella testa.

L’autrice Cathy Better dice che la vita è come il marmo e tu sei come la scultrice. A me però piace di più un altro paragone: vedila un po’ come la plastilina, oppure il Pongo, che sono morbidi e facilmente modellabili con le mani.

Infatti, una volta che hai realizzato una scultura in marmo, se il risultato finale non ti dovesse piacere, non avresti altra possibilità che distruggere completamente la statua. Invece, usando il Pongo, puoi realizzare l’opera che vuoi, ma se il risultato non ti soddisfa, puoi agilmente rimodellarla, oppure aggiungere o togliere pezzi facilmente, senza necessariamente doverla distruggere.

Comunque il senso non cambia: in ogni caso il risultato finale è solo ed esclusivamente nelle tue mani: non lasciare mai che altri possano modellare la tua statua (e quindi vivere la tua vita)!

Read More
Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusVisit Us On PinterestCheck Our Feed