Impara a ridere dei tuoi fallimenti e delle tue paure, non ne proverai più paura e sarai stimato dagli altri. (Andrea Gasparino)

Impara a ridere dei tuoi fallimenti e delle tue paure, non ne proverai più paura e sarai stimato dagli altri. (Andrea Gasparino)

Ritorniamo un po’ a parlare di fallimento e paura, queste bestie nere che demoralizzano il 99.99% delle persone!

In realtà il fallimento in sé non dovrebbe essere per te così negativo, a meno che non ti convinca a gettare la spugna e lasciar perdere l’idea, il progetto che stai tentando di realizzare. L’insuccesso, gli errori devono essere uno spunto di riflessione per cercare di migliorarti continuamente, e su questo ho già ampiamente speso delle parole.

Allo stesso modo le paure, se non sono così grandi da opprimerti, spesso sono prive di fondamento, quindi andrebbero eliminate in qualche modo. Le altre sono un meccanismo di difesa del tuo inconscio, quindi anche queste non sono del tutto negative.

Ora vorrei invitarti a fare questo: come suggerisce Andrea Gasparino, scrittore e prelato, dovresti iniziare a riderci su… Hai sbagliato qualcosa? Mettiti a ridere di questo! Hai una paura (infondata) per qualcos’altro? E ridi anche su quest’altra cosa! 🙂

La risata stimola il cervello a produrre grandi quantità di endorfine, gli “ormoni del benessere”, che ti mettono ancora di più di buon umore e ti fanno stare bene e in pace con te stessa, tanto da non pensare più in maniera negativa a quello che ti preoccupa (tant’è che si dice che “il riso fa buon sangue”).

In più, un pizzico di autoironia, ti farà sembrare più “umana” e quindi le altre persone avranno grande simpatia e stima per te, cosa che contribuirà a farti conoscere tante persone nuove ed interessanti.

Quindi, figlia mia, se sei in una situazione negativa o hai una grande paura di qualcosa, impara a ridere di essa!

Read More

Cadere sette volte e alzarsi otto. (Proverbio giapponese)

Cadere sette volte e alzarsi otto. (Proverbio giapponese)

Gli sbagli e i fallimenti fanno parte della vita, immagino che nessuno sia riuscito a fare grandi imprese avendo già grandi successi al primo tentativo.

Anzi, dei fallimenti bisogna farne tesoro e occasione di crescita e di miglioramento, come dicevo alcuni giorni fa.

Può succederti di sbagliare, fallire e cadere: è praticamente ovvio, accade a tutti e sicuramente accadrà anche a te.

E qui puoi avere due reazioni possibili:

  1. La prima, quella sbagliata, è quella di demoralizzarti, dirti che non sei buona a fare nulla e lasciare perdere l’impresa che stai tentando. Questo è male, non ti porterà da nessuna parte, anzi ti condannerà ad una vita di inutile mediocrità.
  2. La seconda, quella giusta, è quella di rialzarti, toglierti di dosso la polvere (metaforicamente parlando), lavarti le ferite (anche qui metaforiche) e riprendere il tuo cammino, con la giusta dose di caparbietà.

Questa seconda reazione è positiva, e ti condurrà a raggiungere praticamente tutti gli obiettivi che nella tua vita ti porrai. Una volta che ti fisserai bene in testa quello che vorrai ottenere, nessuno potrà fermarti.

Questo è il senso della frase di oggi, un antico proverbio giapponese: per ogni volta che ti capiterà di cadere dovrai immediatamente rialzarti, esattamente come facevi da bambina quando stavi imparando a camminare…

Non serve rialzarsi otto volte, se cadi sette volte: basta che deciderai di tirarti su per ogni insuccesso, senza rimanere con la faccia in giù a guardare la polvere!

Read More

Gli ostacoli sono quelle cose spaventose che vedi quando togli gli occhi dalla meta. (Henry Ford)

Gli ostacoli sono quelle cose spaventose che vedi quando togli gli occhi dalla meta. (Henry Ford)

In passato ti ho già parlato tantissime volte degli obiettivi e di come puoi arrivare ad ottenerli.

Oggi aggiungiamo un piccolo tassellino all’immenso puzzle del raggiungimento degli obiettivi: devi mantenere sempre il tuo sguardo e la tua concentrazione fissi sul traguardo a cui ambisci.

Questo per due motivi.

In primis, perché così il tuo cervello resta sempre focalizzato sull’obiettivo, e quando mantieni la mente concentrata e focalizzata su quello che vuoi raggiungere, essa lavora per permetterti di arrivare ad esso.

In secondo luogo, perché se distogli lo sguardo dalla meta, inizi a vedere tutto quello che c’è intorno.

E intorno a te ci sono tante cose positive, ma soprattutto ci saranno un sacco di cose negative, di ostacoli.

Inizierai a vedere e sentire persone vicine a te che ti diranno di lasciar perdere con la tua impresa perché tanto non ce la farai mai, vedrai impedimenti di ogni genere, ma soprattutto ti troverai di fronte al tuo più grande nemico…

E a questo punto mi vorrai chiedere: “Qual è il mio più grande nemico?”

Semplicemente, il tuo nemico più grande…. sei te stessa! Infatti se non resterai concentrata e focalizzata sul tuo obiettivo, il tuo cervello inizierà a remare contro e a boicottarti in ogni modo, impedendoti di proseguire nella tua strada verso il successo.

In questo senso, la tua stessa mente potrà essere sia la tua migliore amica, che la tua peggior nemica.

Quindi sta a te scegliere, se mantenerla fissa sul raggiungimento dell’obiettivo, oppure distrarti ed essere invece concentrata su tutti gli ostacoli che si pareranno sul tuo cammino…

Read More

Assai acquista chi perdendo impara. (Michelangelo Buonarroti)

Assai acquista chi perdendo impara. (Michelangelo Buonarroti)

Bisogna saper perder, questo è ovvio, ma dalle sconfitte devi anche imparare la lezione che ti stanno insegnando.

Molti grandi uomini e donne del passato, prima di diventare famosi e di successo sono stati dei perdenti. Di esempi ce ne sono a centinaia, basta che tu vada a leggere le biografie dei personaggi famosi, vedrai che la maggior parte di essi è partita quasi dal nulla ed ha avuto un lento cammino verso la fama e il successo.

Infatti, un conto è rimanere perdenti per tutta la vita, un altro è quello di apprendere dai propri errori e dalle proprie sconfitte, e utilizzare ciò come occasione per crescere e migliorarsi sempre.

Figlia mia, io ovviamente ti auguro una vita di grandi vittorie e successi, in qualunque campo tu deciderai di dirigerti, ma dato che non saranno sempre rose e fiori, il mio più grande augurio è quello che tu cerchi sempre di migliorarti apprendendo dai tuoi errori.

Perché se continuerai a fare sempre le stesse cose, te l’assicuro, otterrai sempre gli stessi risultati. Se invece utilizzerai le tue sconfitte e i tuoi insuccessi per capire i tuoi sbagli, allora riuscirai a migliorarti sempre e andare passo dopo passo verso il successo.

Non sarà facile, e forse non sarà neppure veloce, ma sono certo che nella vita avrai quella giusta dose di tenacia che ti permetterà di migliorarti, realizzarti e vivere una vita ricca di grandi soddisfazioni.

Read More

Se c’è un rimedio, perché te la prendi? E se non c’è un rimedio, perché te la prendi? (Proverbio cinese)

Se c’è un rimedio, perché te la prendi? E se non c’è un rimedio, perché te la prendi? (Proverbio cinese)

Molte persone (a volte anche il sottoscritto, ahimè, lo ammetto…) vivono in un perenne stato di ansia e preoccupazione tali da non permetter loro di vivere felicemente e serenamente.

La loro afflizione più grande è quella di non saper reagire agli eventi che la vita mette loro davanti.

Ma, pensandoci bene, non c’è molto da preoccuparsi: infatti, come afferma questo antico proverbio cinese che ti propongo oggi, qualunque problema ti si ponga di fronte, se c’è una soluzione perché prendertela? Tanto basta mettere in atto la soluzione e il problema sparisce.

Se invece la soluzione non c’è, anche qui è inutile perdersi in preoccupazioni: tanto in ogni modo non ci puoi fare nulla e devi andare verso l’inevitabile destino. A questo punto occorre tirare fuori il coraggio e la determinazione per non uscire di testa.

Ma il problema grosso sono le persone che si preoccupano a prescindere, indipendentemente dal fatto che la soluzione vi sia o meno: queste persone vivono in una perenne condizione di ansia tale da compromettere una vita felice e dei sonni sereni.

Perciò figlia mia, quello che voglio dirti è questo: è inutile preoccuparsi, in ogni caso.

Se c’è un rimedio al problema, basta trovare la soluzione, anche se potrebbe non essere semplice. Comunque con la giusta motivazione, determinazione e anche (perché no…) un pizzico di fortuna, vedrai che riuscirai a venirne a capo.

Se invece non c’è rimedio, beh, anche qui è inutile che ti preoccupi: affidati alla tua fede (in Dio, nell’Universo, o in qualunque altra cosa), e cerca di affrontare il tutto per il meglio.

Read More

Coltiva l’abitudine di essere sempre grato per tutte le cose buone che ricevi. E poiché ogni cosa che ricevi avrà contribuito al tuo miglioramento, è necessario includere tutte le cose nella tua gratitudine. (Ralph Waldo Emerson)

Coltiva l’abitudine di essere sempre grato per tutte le cose buone che ricevi. E poiché ogni cosa che ricevi avrà contribuito al tuo miglioramento, è necessario includere tutte le cose nella tua gratitudine. (Ralph Waldo Emerson)

Quando ricevi un dono, o comunque qualcuno fa qualcosa per te, è buona educazione ringraziare la persona per la gentilezza nei tuoi confronti.

Oltre che buona educazione è anche un modo per ingraziarsi quella persona e renderla ben disposta nei tuoi confronti: più calorosamente la ringrazierai, e più volentieri ti darà qualcosa o ti farà qualche favore in futuro.

Guai a non ringraziare!

Prova a metterti nei suoi panni: immagina di avere fatto qualcosa per una certa persona, magari impiegandoci un bel po’ di risorse in termini di tempo, denaro e fatica. Ovviamente lo hai fatto per il piacere di farlo, per fargli una cortesia. E immagina che questa persona non ti ringrazi per il servizio svolto. Farai ancora qualcosa per lui (o lei) in futuro? Io immagino proprio di no…

E oltre a ringraziare le persone, devi essere grata, in generale, per tutte le cose buone che ricevi e hai ricevuto in tutta la tua vita. Infatti, come dicevo poc’anzi, se tu non sei grata, la vita ti darà altre cose buone in futuro? Ovviamente no!

La gratitudine deve essere quindi una cosa automatica, da fare ogni giorno, anche più volte al giorno, per tutto ciò che di buono hai avuto nella vita. Solo che non esistono cose buone e cose cattive, perché in un certo senso tutto può essere visto come buono, perché anche un fatto negativo contribuirà a farti crescere e migliorare.

Quindi dovrai essere grata sempre, per qualunque cosa ti capiti, anche se apparentemente non positiva: questo è uno dei segreti per condurre una vita felice e carica di soddisfazioni!

Read More
Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusVisit Us On PinterestCheck Our Feed