Chi è pronto a dar via le proprie libertà fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza, non merita né la libertà né la sicurezza. (Benjamin Franklin)

Posted in Pensieri per mia figlia

Chi è pronto a dar via le proprie libertà fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza, non merita né la libertà né la sicurezza. (Benjamin Franklin)

La libertà è di grande importanza, perché un uomo non libero è necessariamente schiavo di un altro uomo o di un’istituzione umana. Essere libero non vuol dire solo avere libertà di parola, o di religione, o di opinioni politiche (cose che oggi sono presenti più o meno in tutti gli stati democratici… forse), ma avere libertà “totale”. Ossia, non doversi alzare la mattina dicendo “oggi devo…”.

Anche la sicurezza è molto importante: al giorno d’oggi siamo molto più sicuri rispetto alle popolazioni primitive. Abbiamo case, vestiti, assistenza sanitaria, vaccini, e tante altre cose che centinaia di anni fa non esistevano, e che ci innalzano notevolmente il tenore di vita. Sicurezza è anche il poter restare sempre all’interno della propria zona di comfort, dove ci si sente sempre sicuri e protetti, anche se non vi sono possibilità di crescita.

E’ facile intuire che entrambe le cose non si possono avere, ad alti livelli, contemporaneamente. Perciò se si vuole più libertà, bisogna rinunciare ad un po’ di sicurezza e, viceversa, se si vuole più sicurezza, bisogna rinunciare ad un po’ di libertà.

Ma cosa è più importante tra le due, la libertà o la sicurezza? La risposta è… dipende!

Dipende dalla persona in questione, perché ognuno di noi ha la propria scala di valori, e sulla base di quella decide se essere più libero o più sicuro.

Benjamin Franklin doveva essere decisamente a favore della libertà, se andiamo a leggere la frase che ha pronunciato. Certo, forse all’epoca in cui la pronunciò, alla fine del Settecento, gli uomini avevano molte meno libertà di oggi (infatti egli fu uno tra i fondatori di uno dei primi stati democratici al mondo), e anche meno sicurezza.

Comunque egli condannava fortemente coloro che rinunciavano alle loro libertà in cambio di una “temporanea” sicurezza. Al giorno d’oggi si potrebbe pensare che una persona rinunci ad 8-10 ore di libertà personale per avere un lavoro come dipendente, ed in cambio potersi pagare la casa e tutti i comfort per sé e la propria famiglia.

Fatte salve le opinioni personali di ciascuno, figlia mia, ti auguro di avere la grande intelligenza di riuscire a trovare un giusto compromesso tra le due cose, in modo da godere di ampia libertà, ma di essere al tempo stesso al sicuro per tutta la tua vita!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy.

Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusVisit Us On PinterestCheck Our Feed